Fortune cookies

Quasi nulla per un’ora circa, forse anche per l’agitazione, la tensione della prima volta, il dubbio pure di avere fatto chissà quale cazzata. Poi forse l’errata aspettativa di osservare variazioni nel mondo reale: colori diversi, forme che si allungano, improvvise apparizioni, cose del genere… Invece nulla.

Poi mi stendo, chiudo gli occhi, ed è a quel punto che tutto si accende.

Lo spazio mentale è sempre lo stesso, ma è più solido e più stabile, non c’è bisogno di doverlo continuamente recuperare. Ed è più lungo, a forma di parallelepipedo, come un grattacielo che posso liberamente perlustrare. Resto in controllo pressoché totale.

Buona la prima.

Lascia un commento